scritto da Redazione Online Apr - 12 - 2018 TAG:

Si chiama ‘Isola dei Tre Ponti’ ed è l’innovativa cooperativa sociale di comunità avente come obiettivi la valorizzazione di Isola Serafini dal punto di vista turistico e naturalistico e la creazione di nuove occupazioni per i giovani del territorio, contrastando lo spopolamento dell’area.
La cooperativa – che si è costituita a novembre 2017 – ha progetti ambiziosi che guardano con grande interesse la recente inaugurazione della nuova Conca di navigazione di Isola Serafini, opera infrastrutturale da 47 milioni di euro, che rende nuovamente navigabile il Po, offrendo grandi opportunità turistiche e commerciali al territorio. ‘Intendiamo relazionarci con tutti i soggetti che ruotano attorno alla Conca di Isola Serafini, per proporre le nostre attività ed avviare nuove sinergie con il territorio’, spiega la presidente Elena Marsiglia, la quale spiega: ‘Stiamo ragionando a trecentosessanta gradi sulla possibilità di ideare – ad esempio – pacchetti promozionali in collaborazione con le strutture ricettive della zona, con le realtà che gestiscono le imbarcazioni turistiche lungo il Po e con tutte le associazioni culturali, sociali e ambientaliste del territorio, al fine di creare un sistema integrato per lo sviluppo turistico e socio economico di Isola Serafini’.
La neonata cooperativa – associata a Confcooperative – è costituita da otto componenti, per lo più giovani under 35, che guardano con interesse – ad esempio – alla possibilità di realizzare un punto informativo in loco per spiegare ai visitatori le attrattive turistiche offerte da Isola Serafini, già riconosciuta come Sito di interesse comunitario (Sic) e valorizzata da Rete Natura 2000 come habitat naturale fluviale di pregio. ‘Abbiamo ideato un Piano di azione pluriennale che prevede – come prima cosa – la valorizzazione dei percorsi naturalistici già presenti sull’Isola con relativa mappatura e la realizzazione di un servizio di noleggio biciclette. La nostra cooperativa sociale – aggiunge Elena Marsiglia – è di tipo A+B ed è mirata all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati, che intendiamo coinvolgere nella manutenzione del verde e nel recupero di aree abbandonate, attraverso la bonifica dei terreni e il recupero delle colture autoctone’. I soci della cooperativa stanno pensando, inoltre, di offrire laboratori didattici e formativi:’Intendiamo proporre attività socio-assistenziali per gli anziani del territorio e percorsi didattici per bambini e ragazzi delle scuole’, aggiunge Davide Sesenna, segretario della cooperativa, il quale spiega la mission del gruppo: ‘Il nostro obiettivo è creare un’azione integrata complessiva per lo sviluppo delle potenzialità turistiche, sociali e occupazionali dell’Isola, creando un ‘ponte virtuale’ con i territori che si affacciano sul Po’. E’ proprio da quest’idea che è nato il nome della cooperativa ‘Isola dei Tre Ponti: ‘Il nostro territorio è attraversato da due ponti infrastrutturali; il terzo, è quello che dovremo costruire noi idealmente, attraverso l’avvio di connessioni tra la nostra realtà e il mondo esterno’, aggiunge Sesenna che ricorda a questo proposito i preziosi suggerimenti del professore Giampiero Bellingeri, docente universitario di Venezia, che è stato tra i primi sostenitori della cooperativa.
Il team è già al lavoro e sta partecipando a diversi bandi per il recupero del patrimonio culturale e ambientale: ‘Abbiamo partecipato al bando ‘Giovani per il territorio’ della Regione Emilia Romagna al fine di riqualificare l’antica chiesetta di Isola Serafini e proporvi eventi espositivi e musicali’, aggiungono Marsiglia e Sesenna, i quali ricordano – inoltre – la partecipazione al bando per le cooperative di comunità promosso da Fondosviluppo e Confcooperative, per finanziare progetti legati al territorio. Nei prossimi mesi sono in programma incontri con le amministrazioni comunali del circondario di Isola Serafini e con la Fondazione di Piacenza e Vigevano per iniziative in ambito sociale e culturale. I soci guardano con attenzione anche all’aspetto comunicativo: ‘Stiamo realizzando il sito internet della nostra cooperativa e siamo già attivi sui Social network – come Facebook e Instagram – con la pagina ‘Isola dei Tre Ponti’.

Coop Isola dei tre Ponti: giovani insieme per l’ambiente  e la cultura

La cooperativa Isola dei tre Ponti è associata a Confcooperative e si compone di otto componenti specializzati in diversi ambiti: Elena Marsiglia (26 anni) presidente della cooperativa e dottoressa in Architettura ambientale; Davide Sesenna (23 anni), dottore in Scienze gastronomiche; Laura Marsiglia (32 anni), ingegnere ambientale; Celeste Soavi (23 anni), laureata in Lettere; Cecilia Castellani (30 anni), dottoressa in Gestione delle risorse umane; Claudia ed Emanuela Cattivelli, da 30 anni gestori dell’omonima attività di ristorazione di famiglia sita su Isola Serafini; Giovanna Rubessi, presidente di una cooperativa sociale di tipo B. Da luglio 2016, il team ha iniziato un’attività di studio del territorio, con ricerche finalizzate all’individuazione dei punti di forza da promuovere e delle criticità da risolvere. L’idea fondante della cooperativa è costruire un’impresa sostenibile in cui siano i residenti stessi ad entrare in gioco e ad attivarsi a seconda delle proprie competenze, al fine di valorizzare la realtà in cui vivono abbracciando differenti ambiti: sociale, gastronomico, culturale, architettonico, ambientale ed umanistico.

scritto da Redazione Online Apr - 12 - 2018 TAG:

Commenta

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di corrierepadano.it.
Se sei già nostro utente altrimenti Registrati