scritto da Redazione Online Giu - 7 - 2018 TAG: ,

L’Amministrazione Counale di Alseno, in occasione della tradizionale Infiorata realizzata dalla Comunità monastica cistercense di Chiaravalle della Colomba – in programma fino al 17 giugno – organizza una serie di iniziative culturali aperte a tutta la cittadinanza. Da domenica 3 giugno infatti l’infiorata di Chiaravalle ricopre interamente il pavimento della navata centrale della basilica per due settimane.
Questo il programma degli eventi collaterali:
Sabato 9 giugno ore 21.00 “Note d’opera all’Infiorata” – Coro Vallongina, Corale S. Donnino, Corale Lirica Valtaro, Orchestra Vallongina;
Sabato 16 giugno ore 17.00 “La guerra in giallo. Conversazione con Ben Pastor;
Domenica 17 giugno ore 18.00 Concerto benefico – Coro Unito Fidenza e Coro Voci Bianche San Michele di Fidenza, organizzato da Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare;
Venerdì 29 giugno ore 21.00 “Virginis Mariae Laudes. Devozione Mariana nel Medioevo” – Schola medioevale del Coro Paer di Colorno.
Tutte le serate saranno a ingresso gratuito.
La fondazione dell’Abbazia di Chiaravalle della Colomba, che sorge nella pianura piacentina, è merito della straordinaria attività di San Bernardo. La denominazione “della Colomba” è da attribuire ad una leggenda che narra come il perimetro del monastero sia stato indicato ai monaci da una colomba bianca con delle pagliuzze, ma forse più semplicemente è riferito al mistero dell’Annunciazione armonizzandosi così con la spiritualità mariana cistercense. La chiesa è dedicata a Santa Maria Assunta.
Uno dei motivi per cui l’Abbazia è famosa in tutta Italia (e non solo..) è proprio la celebre “Infiorata del Corpus Domini”, quando viene allestito un meraviglioso tappeto fiorito lungo la navata centrale della basilica. E’ probabilmente il periodo migliore per visitare questo stupendo luogo di culto che unisce lo splendore architettonico dello stile Romanico-Gotico allo stile di vita spirituale e laborioso dei monaci che lo popolano.
Il suo chiostro integro in tutti i lati è uno dei meglio conservati tra le abbazie cistercensi, la chiesa dalle semplici linee in cotto favorisce il silenzio e la preghiera.

scritto da Redazione Online Giu - 7 - 2018 TAG: ,

Commenta

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di corrierepadano.it.
Se sei già nostro utente altrimenti Registrati