scritto da Redazione Online Mag - 31 - 2018 TAG:

Solo 27 dei 47 Comuni del Piacentino hanno aderito al progetto ‘Una Scelta in Comune’, che offre la possibilità ai cittadini di indicare il consenso alla donazione di organi all’atto della richiesta o del rinnovo della Carta d’Identità. Tramite l’Ufficio Anagrafe – infatti – ciascun Comune può raccogliere e registrare la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi, tessuti e cellule: tale dichiarazione confluisce nel Sistema Informativo Trapianti che raccoglie e conserva le dichiarazioni di volontà sulla donazione di organi e tessuti espresse dai cittadini maggiorenni residenti in Italia, incluse quelle registrate presso le ASL e attraverso le dichiarazioni all’AIDO. Sollecitare le amministrazioni locali ad aderire al progetto ‘Una Scelta in Comune’ è in cima alle priorità dell’AIDO provinciale piacentina: ‘Il nostro obiettivo – afferma Roberto Mares, neo-presidente AIDO – è portare avanti i progetti avviati dagli indimenticati Luigi Baldini e Michele Lizzori: da ‘Una Scelta in Comune’ alle attività di sensibilizzazione nelle scuole’. Roberto Mares, è il neo presidente provinciale dell’AIDO piacentina: il nuovo direttivo si è riunito nei giorni scorsi, dopo le premature scomparse del vicepresidente Michele Lizzori e del presidente Luigi Baldini, a inizio 2018.
‘C’è ancora tanto da fare: solo poco più della metà dei Comuni piacentini ha aderito a ‘Una Scelta in Comune’ , nonostante il progetto sia partito da oltre due anni’, aggiunge Mares, auspicando l’adesione dell’intero territorio provinciale in tempi rapidi, al fine di rafforzare il database dei donatori che consentirà di velocizzare le operazioni di richiesta e incrocio dati con il Centro Regionale Trapianti (CRT). Il nuovo direttivo – che resterà in carica fino al 2019, anno coincidente con la scadenza del mandato in corso – è impegnato su più fronti: ‘Tra le nostre battaglie più importanti – prosegue il presidente dell’AIDO provinciale piacentina – si inserisce senza dubbio la sensibilizzazione nelle scuole, per promuovere l’importante gesto della donazione tra le giovani generazioni. Anche nelle scuole incontriamo qualche difficoltà e non sempre riusciamo a pianificare incontri informativi in tutti gli istituti superiori. Intendiamo proseguire in questa direzione: il consenso alla donazione di organi e tessuti fa la differenza e permette di salvare una vita’. A tale proposito Mares lancia un appello ai giovani piacentini: ‘Abbiamo bisogno di nuovi volontari che possano diffondere ai loro coetanei la cultura della donazione’. Mares – che è anche responsabile della trasmissione dati al SIA (Sistema Informativo AIDO), i cui dati confluiscono in tempo reale al SIT (Sistema Informativo Trapianti) per l’ AIDO piacentina – è molto conosciuto sul territorio per il profuso impegno nella sezione AIDO di Cadeo, dove ha ricoperto per quattro mandati il ruolo di presidente, e oggi di segretario. ‘Fondamentale per noi è la formazione: siamo convinti dell’importanza di formare volontari consapevoli e ben informati sulle normative e sui progetti nazionali, al fine di fornire risposte puntuali e dettagliate ai cittadini interessati’. A tale proposito Mares ricorda il prossimo corso di formazione, in programma domenica 3 giugno a Niviano di Rivergaro nel salone della parrocchia. In tale occasione sarà presente anche il presidente regionale di AIDO, Stefano Cresci. Sono numerosi gli appuntamenti che attendono i volontari nei prossimi mesi: sabato 9 giugno si terrà l’evento solidale ‘Alta Valtrebbia per AIDO’. Alle ore 18:30 si terrà – presso il campo sportivo di Marsaglia – la partita in ricordo di Michele Lizzori, con triangolare di calcio a 7 in cui si sfideranno le squadre di Coli, Marsaglia e Ottone. Il primo luglio a Bobbio si svolge ‘Una Partita per la vita’ con la Nazionale Italiana Calcio Trapiantati (alle ore 10 presso lo stadio comunale). Alla partita sarà presente anche la presidente nazionale AIDO, Flavia Petrin. Il Memorial Michele Lizzori sarà preceduto dal convegno medico ‘Trapianti a Piacenza’, che si svolgerà il 30 giugno e a cui parteciperà – tra gli esperti – la responsabile Rete Trapianti Emilia Romagna, Gabriela Sangiorgi. L’incontro si svolge alle ore 18 presso la Sala conferenze del Comune di Bobbio. Seguirà – alle ore 21 – la presentazione delle squadre che si sfideranno la giornata successiva nella triangolare di calcio.
Il Consiglio direttivo provinciale di AIDO: Roberto Mares (presidente), Piercarlo Cigala (vicepresidente vicario) e Gina Torreggiani (vicepresidente), Luigi Ferrari (segretario), Cristina Baldini (amministratore). I consiglieri: Alberto Brenni, Andrea Castignoli, Chiara Dabusti, Doriana Freghieri, Fabio Piazza, Roberto Zarrillo, Donatella Zerbini.

scritto da Redazione Online Mag - 31 - 2018 TAG:

Commenta

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di corrierepadano.it.
Se sei già nostro utente altrimenti Registrati