scritto da Redazione Online Set - 1 - 2015 TAG: ,

Enrica-Prati-02Il mondo dell’editoria piange la scomparsa, a soli 46 anni, di Enrica Prati, presidente di Telelibertà, editore di Libertà e vicepresidente del Gruppo Editoriale Libertà.
Quarta generazione di editori, figlia di Donatella Ronconi, Enrica Prati era giornalista professionista ed aveva ereditato l’amore per il giornalismo dal padre Marcello, crescendo tra la tipografia, la redazione del quotidiano di via Benedettine e gli studi di Telelibertà. Fin negli anni ’90 Enrica Prati era amministratore nelle società editrici del quotidiano Libertà e dell’emittente Telelibertà, poi, con l’ormai famosa asta tenutasi a Milano nel marzo 2000 – che modificò il panorama dell’informazione locale – insieme a Donatella Ronconi si aggiudica l’intera proprietà del glorioso quotidiano. Il capitolo successivo fu, poco dopo, l’ingresso nella compagine societaria del Gruppo Editoriale L’Espresso e l’inizio di un nuovo cammino del quotidiano sotto la guida del direttore Gaetano Rizzuto. Nel 2008 è protagonista, insieme a tutto il gruppo dirigente, del grande balzo in avanti della modernizzazione del giornale con il nuovo centro stampa (e di conseguenza un quotidiano tutto a colori), il nuovo formato e la grafica up to date. Sempre attenta alle innovazioni tecnologiche nella comunicazione, già nel 1995 Enrica aveva scommesso sul web con la creazione di Libertà on Line e fu sempre lei a dare la spinta decisiva per la nascita, nel 2012, del sito www.liberta.it.
Amante della danza classica, dell’arte, dei viaggi, ha preso parte alla vita sociale e culturale della sua città con grazia e discrezione. Ultimo suo atto di generosità la donazione delle cornee. I funerali si svolgeranno in forma strettamente privata.

scritto da Redazione Online Set - 1 - 2015 TAG: ,

Commenta

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di corrierepadano.it.
Se sei già nostro utente altrimenti Registrati