scritto da Redazione Online Apr - 20 - 2015 TAG:

acrobataInaugura domenica 26 aprile la mostra “Ungaretti e la Grande Guerra. L’acrobata sull’acqua”: appuntamento alle 16.30 presso la Cappella Ducale di Palazzo Farnese con un’introduzione alla poesia di Ungaretti a cura di Daniela Marcheschi e l’esposizione degli studi preparatori della classe 5° figurativo A del Liceo Artstico Cassinari di Piacenza. Allieterà il pomeriggio l’esibizione del coro del liceo stesso, diretto da Luisa Staboli. Alle18.30 ci si sposterà al Piccolo Museo della Poesia(via Pace 5) per la lettura delle poesie in mostra e una visita all’esposizione. “Ungaretti e la Grande Guerra. L’acrobata sull’acqua” sarà visitabile fino al 27 giugno presso il Piccolo Museo; dal 1° agosto, invece, si sposterà  a Lucca dove resterà allestita fino al 5 settembre (a Palazzo Ducale, in cortile Carrara 1).
L’evento si inserisce nell’ambito delle manifestazioni organizzate in tutta Europa per la ricorrenza del Centenario della Prima Guerra Mondiale, e in concomitanza con Expo 2015. Il Piccolo Museo della Poesia “Incolmabili fenditure” di Piacenza ha così voluto rendere omaggio a Giuseppe Ungaretti, il poeta visionario della parola franta, pura, abissale; l’unica in grado di farci ascoltare l’inenarrabile tragedia della guerra di trincea. Per riaccendere la sua poesia, il curatore Massimo Silvotti ha scelto la strada impervia ma stimolante, della contaminazione tra i differenti linguaggi dell’arte. E dopo aver selezionato alcune tra le “poesie di guerra” del poeta alessandrino, ha affidato a grandi artisti contemporanei il compito di rivisitare, attraverso forme e colori, poesie divenute ormai simbolo di estraneazione e atrocità. Certamente un tentativo complesso e non privo d’insidie: offrire al fruitore una nuova possibile chiave interpretativa; un nuovo modo di predisporsi alla narrazione poetica.
Gli artisti in mostra sono: Marcello Buffa, Girolamo Ciulla, Giuseppe Donnaloia, Alberto Esse, Fernanda Fedi, Michelangelo Galliani, Omar Galliani, Gino Gini, Cesare Inzerillo, Chiara Lera, Francesca Nacci, So¬fia Rondelli, Caterina Sbrana, Fabio Sciortino, Massimo Silvotti, Matteo Tenardi, Marc William Zanghi;
La direzione artistica, come già detto, è di Massimo Silvotti; la supervisione artistica di Guido Oldani, mentre la direzione scientifica di Amedeo Anelli.

scritto da Redazione Online Apr - 20 - 2015 TAG:

Commenta

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di corrierepadano.it.
Se sei già nostro utente altrimenti Registrati