scritto da Redazione Online Feb - 8 - 2018 TAG:

«Andrà benissimo». Il riferimento è alla Salita al Pordenone, manifestazione organizzata dalla Banca di Piacenza (dal 4 marzo al 10 giugno) che consentirà ai visitatori di ammirare gli affreschi pordenoniani della cupola della basilica di Santa Maria di Campagna stando esattamente alla loro altezza. A fare la previsione è stato domenica 4 febbraio Vittorio Sgarbi rivolgendosi a padre Secondo Ballati, sul sagrato della Basilica, al termine della visita che il critico d’arte ha compiuto accompagnato dal presidente esecutivo della Banca di Piacenza, Sforza Fogliani. Il critico d’arte, appena arrivato sul sagrato della basilica, ha ricordato come proprio in questi giorni sia già in preparazione la mostra che verrà organizzata nel 2019 a Pordenone, «che finalmente si è decisa a celebrare l’artista, che ha lasciato la sua opera forse più importante a Santa Maria di Campagna». Rispondendo invece alla domanda sulle chance di Piacenza come capitale della Cultura, il critico d’arte è certo della sconfitta: “Le città importanti non si devono candidare per queste iniziative, devono essere chiamate e coinvolte senza partecipare a selezioni. L’anno scorso è stata scelta Pistoia e non si capisce per quale motivo. Adesso c’è Piacenza, Parma, Reggio Emilia: con quale logica sceglieranno una città piuttosto che un’altra? Piacenza ha regalato e possiede cose importanti ma non così in vista, e mettere in gara la propria città per diventare capitale della cultura significa esporsi al rischio della sconfitta. Tra qualche giorno, al momento della selezione, voi piacentini sarete tutti scornati perché Piacenza perderà. E vi chiederete ‘Ma perché abbiamo partecipato?’…perchè siete delle zucche vuote. Non bisogna concorrere, bisogna essere chiamati. Molti auguri a Piacenza ma sono convinto che non sarà Piacenza a vincere”

scritto da Redazione Online Feb - 8 - 2018 TAG:

Commenta

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di corrierepadano.it.
Se sei già nostro utente altrimenti Registrati